Controllo velocità motore in DC

Il controllo di velocità di un motore in corrente continua (CC o DC - Direct Current) può essere fatto con diverse tecniche e con, o senza, retroazione per la regolazione di velocità.

Uno dei metodi più semplici è l'uso della modulazione a larghezza di impulsi (PWM), un facile progetto PWM  a cura di IW2FND è presente su questo sito. Non implementa retroazione per il controllo effettivo del carico.

Nel caso di utenze resistive, come una lampadina o un LED, funziona egregiamente regolando il valore medio della tensione applicata al carico, ma nel caso di motori a corrente continua non sempre risulta adatto allo scopo.

Il PWM non fornisce una tensione in CC ma, nei migliori dei casi, una onda quadra con duty cycle variabile. Il PWM commuta l'alimentazione al carico spegnendola e accendendola con un rapporto accensione/spegnimento che varia in funzione della tensione media che si vuole applicare al carico.
Duty Cycle

Tags: 

Uso del DHCP per assegnare indirizzi statici.

DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) è comunemente usato per assegnare indirizzi IP dinamici a dispositivi collegati alla rete.
Ogni indirizzo attribuito, via DHCP, ha una vita (lease) definita dalla configurazione. Un dispositivo, specie se collegato e ricollegato successivamente alla rete, può ritrovarsi IP diversi.

Tags: 

PCB - Circuiti stampati

PCBL'uso corretto di un software per la progettazione di circuiti stampati  (CS o PCB -Printed Circuit Board-) richiede una buona conoscenza dei termini tecnici e delle lavorazioni necessarie per realizzarli.
Purtroppo, specie nei software di progettazione non ci sono terminologie rigide, e quindi possono esserci variazioni in alcuni termini utilizzati, senza parlare delle relative versioni di traduzioni dalla lingua inglese.
Per questo motivo è importante conoscerne l'effettivo significato nei processi di progettazione e realizzazione, come è importante mantenere e conoscere la terminologia anglosassone.

Tags: 

Circuito salva batterie

Quando manca la corrente elettrica in un impianto che incorpora una batteria tampone, ad esempio un ponte ripetitore, la batteria lo alimenta e lo tiene in funzione per un certo tempo. Dopo, però, la tensione scende e il funzionamento dell'impianto diviene precario, fino a cessare. Tuttavia non cessa l'assorbimento di corrente sulla batteria, che quindi continua a scaricarsi raggiungendo in molti casi anche  tensioni prossime a zero Volt. Una batteria che abbia raggiunto queste tensioni di scarica profonda, spesso diventa impossibile da ricaricare ed è da buttare.

Tags: 

Un quesito per il futuro CDN

Come é noto le elezioni del comitato direttivo nazionale della nostra associazione (ARI) sono alle porte. Pochi i candidati, ancor meno sono i programmi, per cui è impossibile farsi una idea della direzione che prenderà il nostro sodalizio.
Speriamo almeno che  la situazione non peggiori.  E scusate il pessimismo.

Tags: 

Root su chiavetta USB per Raspberry

Raspberry Pi  usa una scheda SD per avviare il sistema e come file system (fs) di root. Purtroppo la scheda SD  non è fatta per numerosi cicli di lettura e scrittura, quindi é probabile incorrere in malfunzionamenti dovuti alla corruzione dei dati.Una soluzione è utilizzare un diverso dispositivi di memorizzazione per il fs. L'uso di una chiavetta USB può fare allo scopo.

Tags: 

Pagine

Abbonamento a Radio Makers RSS