guide

Arduino: display LCD

Un display LCD è molto utile in tutti i progetti digitali. Comodo per messaggi, ma anche per informazioni di debug, quando non si dispone di un vero e proprio debugger.
L'IDE di Arduino mette a disposizione una libreria per la gestione di display compatibili con lo standard di fatto Hitachi HD44780, che hanno un costo abbordabile e sono molto diffusi.

Tags: 

Arduino: caricamento ed esecuzione

Caricare il programma su Arduino è possibile tramite un programmatore esterno o più semplicemente tramite il bootloader.

Un processore quando viene alimentato, deve trovare in memoria delle istruzioni adeguate. Normalmente il processore, se nuovo, non ha nulla di ciò. Serve quindi uno strumento per caricare in memoria (la memoria flash che mantiene i dati anche a dispositivo spento). Spesso si usa un programmatore, uno strumento esterno in grado di fare operazioni di scrittura del programma sulla flash. Questo metodo non è molto pratico, specie per lo sviluppo hobbistico.

Tags: 

Controllo velocità motore in DC

Il controllo di velocità di un motore in corrente continua (CC o DC - Direct Current) può essere fatto con diverse tecniche e con, o senza, retroazione per la regolazione di velocità.

Uno dei metodi più semplici è l'uso della modulazione a larghezza di impulsi (PWM), un facile progetto PWM  a cura di IW2FND è presente su questo sito. Non implementa retroazione per il controllo effettivo del carico.

Nel caso di utenze resistive, come una lampadina o un LED, funziona egregiamente regolando il valore medio della tensione applicata al carico, ma nel caso di motori a corrente continua non sempre risulta adatto allo scopo.

Il PWM non fornisce una tensione in CC ma, nei migliori dei casi, una onda quadra con duty cycle variabile. Il PWM commuta l'alimentazione al carico spegnendola e accendendola con un rapporto accensione/spegnimento che varia in funzione della tensione media che si vuole applicare al carico.
Duty Cycle

Tags: 

Uso del DHCP per assegnare indirizzi statici.

DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) è comunemente usato per assegnare indirizzi IP dinamici a dispositivi collegati alla rete.
Ogni indirizzo attribuito, via DHCP, ha una vita (lease) definita dalla configurazione. Un dispositivo, specie se collegato e ricollegato successivamente alla rete, può ritrovarsi IP diversi.

Tags: 

Pagine

Abbonamento a RSS - guide