IoT, Sicurezza e privacy

Non meno importanti sono le problematiche di sicurezza. Proviamo ad immaginare un frigorifero smart, che riordina automaticamente prodotti senza lattosio. Chi raccoglie i dati può facilmente intuire la intolleranza al lattosio dell’utente e cominciare a proporre nuovi prodotti (pubblicità) o addirittura farmaci. Cosa pensare? Una opportunità da cogliere o una invasione della propria sfera personale?

Tags: 

IoT, Data collection

I dispositivi IoT producono dati in enormi quantità dando un forte contributo alla crescita dei Big Data. Trarre profitto di tutte queste informazioni non strutturate, eterogenee, disgregate e provenienti da fonti diverse non è cosa semplice. Fra le varie metodologie di analisi, l’intelligenza artificiale ha ed avrà un ruolo particolarmente importante. Un problema che emerge, oltre al come, è dove elaborare i dati e come fornirli di una descrizione facilmente interpretabile.

Tags: 

Node-RED

Node-RED (NR) è un ambiente di sviluppo visuale basato sulla gestione del flusso dati (Flow-Based Programming).

Partiamo dal concetto di flusso dati. La programmazione si concentra sul dato che viene processato da elementi (blocchi o nodi) dei quali non è necessariamente nota l’impetrazione. È nota invece l’operazione che verrà applicata. Un poco come un segnale audio che entra in un equalizzatore e poi in un amplificatore. Di entrambi gli apparati non si conosce la reale elettronica si sa però che l’equalizzatore esalta o limita determinate frequenze, mentre l’amplificatore ‘rinforza’ il segnale in modo da poter essere riprodotto in un altoparlante.

Tags: 

LoRaWAN Gateway: l'hardware

Un gateway LoRaWAN ha il compito di ricevere i dati inviati da sensori via radio e ritrasmetterli verso la rete LoRaWAN utilizzando internet. In genere si parla di packet forwarding. Il gateway non entra nel merito del pacchetto ricevuto, ma semplicemente lo inoltra alla struttura di rete alla quale il gateway è ‘agganciato’.

Architettura LoRaWAN

Tags: 

Misura di distanza con sensore ad ultrasuoni con STM32

HC-SR04L’uso di sensori ad ultrasuoni è molto diffuso specie con l’impiego di dispositivi economici tipo HC-SR04 numerosi sono anche gli esempi. Pertanto, in questo articolo ci si vuole soffermare sul processore STM32 e relativa scheda di sviluppo, nel caso specifico Nucleo-F413ZH, sovrabbondante per il progetto, ma è quella di cui dispongo.

STMicroelectronics produce una ampia gamma di semiconduttori fra questi diversi processori, microprocessori e microcontrollori per sistemi embedded. La serie STM32 propone microcontrollori a 32 bit basati su architettura Arm e copre una ampia gamma di necessità. ST offre alcuni sistemi di sviluppo, quello usato per questo esempio è l’IDE STM32CubeMX, gratuitamente disponibile sul sito st.com, è una estensione di Eclipse, un ambiente di sviluppo integrato multi-linguaggio e multipiattaforma. Esistono diverse soluzio

Tags: 

I primi elaboratori elettronici italiani: gli albori dell’informatica italiana.

Premessa
È importante ricordare come l’Italia ha iniziato il suo percorso nell’uso e nella realizzazione dei primi elaboratori elettronici. In merito non mancano libri e documenti, ma ritengo questa storia poco conosciuta e, anche per motivi di orgoglio nazionale, è utile rinfrescare l’argomento.

Tags: 

Pagine

Abbonamento a Radio Makers RSS